Le pratiche di benessere sono in piena espansione: sempre più persone cercano attività in armonia con la natura per ridurre lo stress e staccare la spina dalla vita quotidiana. Courchevel risponde a questa tendenza con l’inaugurazione nel 2023 del sentiero di contemplazione, un percorso tematico unico dedicato al benessere, alla meditazione e allo yoga.

Il “sentiero della contemplazione”: un’esperienza sensoriale unica

Il Sentier des Contemplations, situato sulle rive del Lac du Praz a Courchevel, è stato progettato per offrire un’esperienza di benessere profonda e confortante. Il sentiero, liberamente accessibile, invita i visitatori a immergersi in un’atmosfera di calma e serenità, proprio nel cuore della natura. Attraversando la foresta Mateigena, il percorso rivela una varietà di paesaggi, punteggiati da specchi d’acqua e radure verdeggianti, il tutto sullo sfondo delle maestose cime della Tarentaise.

Il percorso si distingue per il suo approccio olistico al benessere, che combina attività fisiche e spirituali per rivitalizzare il corpo e rasserenare la mente. Il percorso, guidato da cartelli esplicativi e accessibile tramite accompagnamento audio grazie a un codice QR, propone una cinquantina di esercizi fisici e contemplativi ispirati alla meditazione e allo yoga. Le attività proposte comprendono l’escursionismo, lo yoga, la meditazione, la camminata consapevole, la camminata afgana, la meditazione attiva e la camminata meditativa. Il sentiero è progettato per essere esplorato in modo indipendente, da soli o in gruppo, con percorsi tematici e laboratori lungo il percorso.

Il Sentiero della contemplazione: un percorso in cinque tappe

Accessibile dalla primavera all’autunno, Le Sentier des Contemplations è suddiviso in cinque tappe distinte, ciascuna pensata per offrire una progressione nella pratica della contemplazione. Ogni tappa offre una serie di quattro passaggi successivi, che permettono ai partecipanti di immergersi gradualmente nell’esperienza e di approfondire le proprie capacità di meditazione e di benessere.

  1. Percorso del corpo: questa prima fase invita i partecipanti a riconnettersi con il proprio corpo attraverso esercizi di mindfulness. I visitatori sono incoraggiati a prestare attenzione alle proprie sensazioni fisiche, alla postura e ai movimenti, per comprendere e ascoltare meglio il proprio corpo. Gli esercizi possono includere stretching, movimenti di yoga dolce e tecniche di rilassamento corporeo.
  2. Radura dei 5 elementi: In una tranquilla radura, questa fase è dedicata all’esplorazione dei cinque elementi (terra, acqua, fuoco, aria e spazio). A ogni elemento sono associati esercizi specifici per bilanciare e armonizzare l’energia interna dei partecipanti. Ad esempio, meditazioni guidate per connettersi con la stabilità della terra, la fluidità dell’acqua, il calore del fuoco, la leggerezza dell’aria e l’immensità dello spazio.
  3. Respirazione: questa fase si concentra sulla respirazione consapevole e sulla camminata. I partecipanti imparano tecniche di respirazione (come la respirazione addominale e toracica) e metodi per sincronizzare il respiro con i passi, come nella camminata afgana. Queste pratiche mirano a migliorare la consapevolezza del respiro, ad aumentare l’energia vitale e a rafforzare la connessione tra corpo e mente.
  4. Radura dei fiori: in questa radura i partecipanti sono invitati a prendere parte a giochi ed esercizi interattivi volti ad affinare l’attenzione e la concentrazione. Attività come l’osservazione ravvicinata della natura, test di memoria sensoriale e giochi di mindfulness aiutano a coltivare un’attenzione più sostenuta e un pieno apprezzamento del momento presente.
  5. Sentiero del cuore: la fase finale del percorso si concentra sull’apertura emotiva e mentale. Gli esercizi comprendono meditazioni sulla gentilezza amorevole (metta), pratiche di autocompassione e riflessioni guidate per ascoltare profondamente le proprie sensazioni e i propri sentimenti. Questa fase incoraggia i partecipanti a coltivare l’empatia, la compassione e una mente più aperta.
Sentier des contemplations – ®Mairie de Courchevel

Dylan Mareau: il progettista visionario del sentiero della contemplazione

Dylan Mareau, nato il 1° maggio 1996 a Courchevel, è cresciuto nella regione francese della Savoia, dove ha sviluppato fin da piccolo una passione per le arti creative e per la campagna circostante. Il suo fascino per i paesaggi alpini e il suo interesse per il benessere lo hanno portato naturalmente verso una carriera che combinasse queste due passioni.

Dopo l’istruzione secondaria, Dylan ha proseguito gli studi presso l’Ecole de Condé, dove ha conseguito un Master in Research & Innovation Art Direction nel 2018. Questo percorso di studi gli ha permesso di sviluppare solide competenze di design, con particolare attenzione all’innovazione e all’integrazione dell’arte in progetti multidimensionali.

Nel 2020, il Comune di Courchevel, cercando di promuovere il benessere e il turismo sostenibile, ha contattato Dylan Mareau per ideare un progetto innovativo: un percorso tematico sulla meditazione e lo yoga. Questa iniziativa fa parte del desiderio di creare spazi in cui le persone possano ricaricarsi e connettersi con la natura, in risposta alla crescente domanda di attività di benessere da parte di turisti e locali. Dylan Mareau ha accettato la sfida e ha lavorato a stretto contatto con Frédéric La Combe, istruttore di meditazione e responsabile di corsi di mindfulness. Insieme hanno ideato un percorso che unisce design e spiritualità, offrendo ai visitatori un’esperienza unica di contemplazione e comunione con la natura.

Dylan Mareau è riuscito a creare un sentiero che non è un semplice percorso a piedi, ma che offre una vera e propria immersione nella natura e nel benessere. Il suo approccio innovativo e la sua attenzione ai dettagli fanno sì che ogni visitatore possa vivere un’esperienza arricchente, dove il design incontra la meditazione per una comunione totale con l’ambiente.

Per completare l’offerta, il dipartimento eventi di Courchevel Tourisme organizza regolarmente sessioni guidate. Questi eventi gratuiti, accompagnati da guide certificate, permettono ai visitatori di scoprire il sentiero sotto una nuova luce e di beneficiare dei consigli di esperti di meditazione e yoga.